Dal 1700 ad oggi

“This plant is worn by the people in their hats upon the 17th Day of March yearly, (which is called St. Patrick’s Day.) It being a current tradition, that by this Three Leafed Grass, he emblematically set forth to them the Mystery of the Holy Trinity. However that be, when they wet their Seamar-oge, they often commit excess in liquor, which is not a right keeping of a day to the Lord; error generally leading to debauchery.”

“Questa pianta viene usata come decorazione per i capelli ogni anno nel giorno del 17 Marzo (conosciuto come St. Patrick’s Day). Ciò avviene in base alla credenza che questo vegetale a tre foglie sia stato usato dal santo per spiegare il mistero della Santissima Trinità. Comunque sia, quando indossano il loro Seamar-oge, sono soliti eccedere con il liquore, cosa che non si addice al giorno del Signore; questo errore generalmente porta infatti alla sregolatezza.”Scriveva così il botanico irlandese Caleb Threlkeld nel 1727, commentando le abitudini degli irlandesi nel giorno di San Patrizio. Le osservazioni sul liquore del prestigioso botanico timorato di Dio indubbiamente si riferiscono all’abitudine tradizionale degli uomini di uscire dalla messa di San Patrizio per poi mettere da parte le normali restrizioni di digiuno della Quaresima e rifugiarsi nella taverna più vicina a celebrare l’occasione bevendo a non finire e brindando alla memoria di San Patrizio con “la pentola di San Patrizio”. Sempre per onorare il santo si procedeva anche “affogando il trifoglio”; infatti, in conclusione della festa gli irlandesi erano soliti brindare con il rituale conosciuto col nome di “drowning the shamrock”: il trifoglio, estratto da capelli o copricapi, veniva messo nel bicchiere assieme all’ultimo sorso di whiskey. Dopo aver brindato e bevuto, si diceva portasse fortuna estrarre il trifoglio dal bicchiere e gettarlo dietro la propria spalla sinistra.

Sotto questo aspetto alcolico la tradizione del giorno di San Patrizio non pare dunque essere cambiata molto.

L’eccesso di colore, parate e follia viene sempre accompagnato da un eccesso di alcool, soprattutto di birra Guinness, che è bevanda nazionale. il St Patrick’s Day è un giorno per darsi alla pazza gioia inondando di colore verde, musica e trifogli la nazione e il mondo intero.

Da un giorno a festival di più giorni

Da festa di origine religiosa, la moderna Festa di San Patrizio si è evoluta in un festival di diversi giorni. In moltissime città dei vari continenti le attività e gli eventi a cui assistere o prendere parte sono molteplici: cacce al tesoro, parate, concerti, rievocazioni storiche, serate in discoteche e pub irlandesi, cineforum, sono solo alcuni dei modi con cui rievocare, o meglio vivere, l’irlandesità.

Una festa iper-moderna che vede le varie città sfidarsi bonariamente per celebrare con maggiore magnificenza, fasto o cultura un appuntamento che è diventato di rilevanza mondiale.